Attività in vetrina PromoguidaClicca e Sfoglia la promoguida del tuo quartiere

AL MUSEO CIVICO MEDIEVALE DI BOLOGNA IL RESTAURO DELL'ACQUAMANILE DEL XIII SECOLO

Museo civico Domenica  17 febbraio 2013, alle ore 16.30, presso la sala delle Arche del Museo Civico  Medievale,  in  via  Manzoni  4,  verrà presentato il restauro del celebre  acquamanile in bronzo del terzo quarto del XIII secolo, conservato presso  il  museo  e “simbolo” dei Musei Civici d’Arte Antica. L’intervento rientra  nell’ambito  del  progetto  –  promosso  da  Art Defender SpA – di restaurare  alcune significative opere presenti nei musei civici bolognesi, avvalendosi   della  collaborazione  dell’Opificio  delle  Pietre  Dure  di Firenze.  Attualmente  in corso  di  restauro, 

nell’ambito  del  medesimo progetto,  un  tratto  di  pavimento  a  mosaico pertinente ad una domus di Bologna romana, conservato presso il Museo Archeologico.
L’intervento  di  restauro,  durato  tre mesi, tra settembre e dicembre del 2012,  è  stato  preceduto  da  un’attenta campagna diagnostica finalizzata all’individuazione della tecnica esecutiva e degli agenti di corrosione. In seguito alle approfondite indagini si è potuto dar luogo ad un restauro che rispettasse  l’integrità  dell’opera e ne permettesse una migliore lettura.
L’asportazione   delle   incrostazioni  e  delle  ossidazioni  localizzate, effettuata  con mezzi meccanici e con solventi gelificati, consente oggi di apprezzare nuovamente le raffinate e preziose incisioni decorative.
Dalle  radiografie  è stata inoltre evidenziata, nella zampa posteriore del cavallo,  la  presenza di un elemento metallico, che sarà oggetto di studio per la sua individuazione e pertinenza al gruppo equestre. Provvisoriamente si  è  pensato  di  fissare  il  pezzo  ritrovato  nella parte frontale del cavallo,  in  corrispondenza  di  un  foro che ben si presta ad ospitare il
“corno   ritrovato”,   riportando   forse   l’acquamanile  al  suo  aspetto originario,   quello   di  unicorno,  come  si  può  vedere  nell’esemplare conservato nel Museo di Besancon.
Il  restauro  dell’acquamanile è stato eseguito presso la sede Art Defender di  Calenzano,  sotto  la  Direzione del Settore Bronzi dell’Opificio delle Pietre  Dure  di  Firenze  e  la  supervisione  scientifica di Mark Gregory D’Apuzzo per i Musei Civici d’Arte Antica.
L’opera, che raffigura un cavaliere armato su di un cavallo, proviene dalle regione  compresa  tra  la  Mosa  e  la  Bassa Sassonia ed è appartenuto al celebre  pittore Pelagio Palagi, che nel 1859 ne fece dono testamentario al Comune  di  Bologna, insieme alla sua preziosa collezione di antichità, poi in parte confluita proprio nel Museo Civico Medievale.
La  scultura  appartiene  ad  un  particolare  tipo di oggetti, prodotti in Europa  a  partire dal XII secolo con la funzione di versatoi, che venivano utilizzati  non solo in ambito profano -quotidianamente durante i banchetti dell’aristocrazia – ma anche nella liturgia della messa, quando nella parte finale  dell’Eucarestia,  prima dell’offertorio, il sacerdote si purificava le mani, pronunciando i versi del Salmo 25.6 “lavabo inter innocentes manes mea”.
La  robustezza  delle masse dell’esemplare bolognese, restituite attraverso volumi   sintetici  e  compatti,  ed  insieme  l’eleganza  delle  finiture, riconducono   alle   novità  naturalistiche  gotiche,  e  in  tal  senso  è interessante notare i dettagli dell’equipaggiamento militare caratteristico del terzo quarto del XIII secolo.
La  tipologia  dell’opera  richiama  quelle  di analogo soggetto conservate presso il Museo del Bargello (Firenze, collezione Carrand), il Metropolitan Museum  (New  York),  lo  University  Museum of Cultural History (Oslo), il Rijksmuseum  (Amsterdam),  il  National  Museum  (Copenhagen) ed il British Museum (Londra).
Alla presentazione del restauro saranno presenti:
Alvise di Canossa, Presidente di Art Defender  SpA Massimo Medica, Responsabile Musei Civici d’Arte Antica
Mario   Scalini,   Soprintendente   per   i   beni  storici,  artistici  ed
etnoantropologici per le province di Siena e Grosseto Maria  Donata  Mazzoni, Direttore Settore Restauro Bronzi e e armi antiche, Opificio delle Pietre Dure, Firenze Mark Gregory D’Apuzzo, Funzionario conservatore Musei Civici d’Arte Antica Annalena Brini, restauratrice Opificio delle Pietre Dure, Firenze Chiara Valcepina e Sveta Gennai, restauratrici

L’ingresso è gratuito.

Info:
Museo Civico Medievale, via Manzoni 4
tel. 051 21939302193916
www.comune.bologna.it/iperbole/MuseiCivici

15/02/2013 - QUARTIERE PORTO
Sei qui: QUARTIERE PORTO

Promoguida.net è realizzato da ARCOBALENO PUBBLICITA'
Via Papini, 26/b - 40128 Bologna - Tel 051 320424 - P. Iva 04335650372

www.arcobalenopubblicita.it 
 info@arcobalenopubblicita.it


Web Design - Jacopo Kahl
Copyright 2005 - Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione totale e parziale di testi, foto e disegni riportati su questo sito.

L'Arcobaleno Pubblicita' non si assume alcuna responsabilita' per l'uso di marchi,foto e slogan usati dagli inserzionisti.