“Pane e Salame” – Visita guidata all’Archiginnasio >>> clicca e leggi

Giovedì 6 febbraio alle ore 17:00, visita guidata gratuita alla mostra Pane e salame. Immagini gastronomiche bolognesi dalle raccolte dell’Archiginnasio” condotta dal curatore Alessandro Molinari Pradelli.

La mostra è la prima di una serie di esposizioni documentarie allestite presso la biblioteca e incentrate sulla storia della cucina bolognese.

Questa prima mostra è dedicata a due elementi fondamentali e caratteristici della gastronomia petroniana, il pane e i salumi.

La loro evoluzione storica verrà illustrata nelle undici bacheche della mostra attraverso disegni, incisioni, libri, opuscoli e bandi. Partendo, per esempio, dalle celebri incisioni di Annibale Carracci delle Arti per via, e passando per la copiosa produzione artistica di Giuseppe Maria Mitelli, arriveremo fino al Novecento, con i disegni di Alessandro Cervellati.

Tutto il materiale esposto, sia quello mostrato in originale sia quello che è stato riprodotto per motivi di conservazione, proviene dalle collezioni della Biblioteca dell’Archiginnasio.

Ingresso gratuito

 

Informazioni

Biblioteca dell’Archiginnasio
Piazza Galvani, 1 
Tel. 051 276811

“Pane e Salame” – Visita guidata all’Archiginnasio >>> clicca e leggi

Mercoledì 8 gennaio alle ore 17:00, visita guidata gratuita alla mostra Pane e salame. Immagini gastronomiche bolognesi dalle raccolte dell’Archiginnasio” condotta dal curatore Alessandro Molinari Pradelli.

La mostra è la prima di una serie di esposizioni documentarie allestite presso la biblioteca e incentrate sulla storia della cucina bolognese.

Questa prima mostra è dedicata a due elementi fondamentali e caratteristici della gastronomia petroniana, il pane e i salumi.

La loro evoluzione storica verrà illustrata nelle undici bacheche della mostra attraverso disegni, incisioni, libri, opuscoli e bandi. Partendo, per esempio, dalle celebri incisioni di Annibale Carracci delle Arti per via, e passando per la copiosa produzione artistica di Giuseppe Maria Mitelli, arriveremo fino al Novecento, con i disegni di Alessandro Cervellati.

Tutto il materiale esposto, sia quello mostrato in originale sia quello che è stato riprodotto per motivi di conservazione, proviene dalle collezioni della Biblioteca dell’Archiginnasio.

Gli altri appuntamenti:
mercoledì 22 gennaio e giovedì 6 febbraio.

Ingresso gratuito

 

Informazioni

Biblioteca dell’Archiginnasio
Piazza Galvani, 1 
Tel. 051 276811

Visita guidata all’Orto Botanico di Bologna >>> clicca e leggi

In occasione della Festa degli Alberi, SMA – Sistema Museale di Ateneo – propone un percorso di visita guidata che parte dalla Collezione di Geologia “Museo Giovanni Capellini” e arriva all’Orto Botanico ed Erbario. 

L’appuntamento è in programma sabato 23 novembre 2019, alle ore 10.00 previa prenotazione.

Foreste tropicali di 300 e 100 milioni di anni fa – Collezione di Geologia “Museo Giovanni Capellini” – via Zamboni 63

Il patrimonio vegetale della Collezione di Geologia “Museo Giovanni Capellini” comprende resti da foreste di climi caldo-umidi del Carbonifero e una raccolta, unica nel suo genere, di cicadee fossili del Mesozoico dell’Appennino Settentrionale.

Vedremo come queste piante abbiano formato estese foreste e come si siano trasformate in fossili.

Fossili viventi e frutti anacronistici, strascichi inaspettati dell’evoluzione – Orto Botanico ed Erbario – via Irnerio 42

In Orto Botanico osserveremo piante che hanno avuto e stanno avendo una evoluzione inaspettata, in cui il caso gioca un ruolo fondamentale.

Per adulti e ragazzi dagli 11 anni in su.

 

N.B. La visita in Orto Botanico si svolge in gran parte all’aperto: si consigliano abbigliamento e calzature adeguati. In caso di forte maltempo la visita potrà essere annullata.

Un giorno nel Villaggio Villanoviano >>> clicca e leggi

Domenica 9 giugno visita guidata gratuita alle ore 16.30 alla mostra “Oggetti dal quotidiano. Un giorno all’interno di un villaggio villanoviano”.

Visita guidata gratuita alla mostra “Oggetti dal quotidiano. Un giorno all’interno di un villaggio villanoviano”, alla capanna villanoviana ricostruita a grandezza reale e completa di arredi e all’allestimento permanente del MUV, con i corredi e le stele del sepolcreto orientalizzante di Marano di Castenaso.
 
 

Bologna Estate – Visita guidata al Cimitero della Certosa >>> clicca e leggi

Le statue della Certosa hanno assistito a crimini reali, ma il cimitero è stato anche teatro di storie di fantasia, tra conversazioni con fantasmi e voli di pipistrelli al chiar di luna. Un percorso notturno tra arte, letteratura e mistero, con la partecipazione straordinaria di Barbara Baraldi, autrice del thriller Osservatore oscuro (Giunti ed.).

L’appuntamento, che fa parte del cartellone di Bologna Estate 2019, è previsto alle ore 21:00 mercoledì 29 maggio.

A cura di Associazione Culturale Didasco.
Prenotazione obbligatoria al 348 1431230 (pomeriggio-sera).
Ritrovo 30 minuti prima presso l’ingresso principale della Certosa (cortile Chiesa).
L’appuntamento rientra nella Settimana alla Scoperta dei cimiteri europei promossa da ASCE – Association of Significant Cemeteries in Europe.

Tutti i possessori di Card Musei Metropolitani Bologna riceveranno un omaggio all’ingresso.

Ingresso: € 10,00 (per ogni ingresso pagante due euro saranno devoluti per la valorizzazione della Certosa).

www.centrocavour.it

Visita guidata alla fornace Galotti >>> clicca e leggi

Con la collaborazione del Museo del Patrimonio Industriale, il centro Katia Bertasi propone una serie di incontri per conoscere a fondo il quartiere Navile. 

Il progetto si chiama “Il nostro quartiere, alla scoperta della nostra storia” e prevede tre incontri in vari luoghi a Bologna, uno al mese. 

Nel primo incontro, avvenuto lo scorso 27 ottobre, c’è stata la presentazione e la proiezione di filmati, della durata circa 1 ora e mezza. 

Nel secondo, invece, si è andati alla scoperta dell’antica Bologna dell’acqua e della seta. 

Terzo e ultimo appuntamento si terrà sabato 15 dicembre alle ore 15:30 presso il Museo del Patrimonio Industriale. 

Una visita guidata per andare alla scoperta della fornace Galotti e altre sopravvivenze di archeologia industriale. 

E in caso di bel tempo una breve escursione nella zona adiacente al Museo della durata di circa 1 ora e mezza.

Giornata Unesco per la pace alla Chiusa di Casalecchio di Reno >>> clicca e leggi

Sabato 24 novembre, dalle 9.30 alle 12.30 – Chiusa di Casalecchio.

“L’acqua è sorgente di vita, la sua conservazione e la condivisione con i vicini sono sorgenti di pace”.

Con questa motivazione l’Unesco ha deciso di inserire la Chiusa di Casalecchio di Reno nella lista del programma 2000-2010 dei Patrimoni Messaggeri di una Cultura di Pace a favore dei giovani.

Per celebrare questo riconoscimento, il Consorzio della Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno apre i cancelli della Chiusa al grande pubblico. É possibile accedere liberamente alla Chiusa, dove nelle principali tappe lungo il camminamento, il Consorzio e i volontari del FAI Giovani Bologna sono a disposizione per raccontare la storia e le funzioni di quest’antico manufatto.

A spasso nell’ex risaia di Bentivoglio >>> clicca e leggi

Domenica 18 novembre dalle ore 9:30 alle 13:00 alla scoperta dell’ex risaia di Bentivoglio.

Visite guidate gratuite nell’area naturale protetta che si alternano nel corso della mattinata.

Le visite, gratuite, si svolgono alle 9.30 e alle 11 nell’area naturale protetta.

In collaborazione con Coop Arcobaleno.

Ritrovo presso il Centro Visite la Rizza in Via Bassa degli Albanelli 13, Bentivoglio.

Per il centenario dalla fine della Prima Guerra Mondiale >>> clicca e leggi

Fino al 24 novembre, in vari luoghi del quartiere e della città, un ricco programma di eventi con incontri, cinema, teatro, conferenze, mostre e visite guidate in occasione della ricorrenza del centenario dalla fine della Prima Guerra Mondiale.

In programma sabato 10 novembre una visita guidata al Museo Civico del Risorgimento con oggetto la Guerra illustrata, la Guerra vissuta.

Appuntamento alle ore 11:00 presso piazza Carducci, 5.

Ingresso al Museo euro 5,00.

Alle ore 20:30 invece, Parole e musica dell’Italia in guerra, presso la Sala Falcone Borsellino, sede civica di via Battindarno, 123. 

Una rappresentazione teatrale a cura del Nuovo Teatro Montanari, con la partecipazione del pianista Carlo Ardizzoni.

I tesori nascosti della Bologna cristiana, la visita guidata >>> clicca e leggi

Visita guidata gratuita a tre chiese del centro storico di Bologna normalmente non visitabili.

Ritrovo sabato 20 ottobre alle ore 9:30 al piano terra della Fondazione Lercaro in via Riva Reno, 55.

Introduce Paola Foschi.

Quali sono le chiese:

– Santuario di Santa Maria della Visitazione – via Lame, 50
La chiesa originaria fu costruita nella prima metà del Cinquecento su di un ponte che al’epoca si affacciava sul canale di Reno. 

Importanti interventi si ebbero nel corso del Settecento (1763-1764), su progetto dell’architetto Marcantonio Bianchini e nel corso del Novecento (1930-1931), su progetto dell’architetto Giuseppe Rivani. 

L’apparato decorativo è opera di diversi pittori e scultori settecenteschi.

– Chiesa di San Giuseppe del Borgo di Galliera – via san Giuseppe (angolo via Galliera)
Le testimonianze affermano che la chiesa nacque come piccolo oratorio nel 1129 appena furoi la cerchia dei Torresotti, successivamente ampliata fino a diventare agli inizi del 1300 il complesso monastico dei Padri Serviti.

Nel 1566 passerà all’Ordine femminile delle suore di Santa Maria Maddalena fino alle soppressioni napoleoniche di fine settecento.

La chiesa verrà sconsacrata e il complesso conventuale lottizzato e venduto a provati dove avrà la sede tutt’ora attuale il teatro Arena del Sole.

– Chiesa dei Santi Cosma e Damiano – via Begatto, 12
La piccola chiesa fu costruita nel 1641-44 quale luogo di culto di una compagnia di quindici Preti Secolari, detta Congregazione del Suffraggio Sacerdotale.

“Picciola, ma galante chiesuola”, così la definì il Malvasia, ha una facciata semplice, con timpano e finestrone a mezzo cerchio.

L’interno, elegante ed armonioso, è dipinto ad architetture da Flaminio Minozzi e Filippo Pedrini. La tela del presbiterio è opera di Domenico Pedrini.

Le tre chiese sono descritte nel volume “I tesori nascosti della Bologna cristiana” a cura di Paola Foschi, Bologna 2017, edito da Bononia University Press e pubblicato nella collana Dies Domini – Centro studi per l’architettura sacra e la città.

INFO
Fondazione Cardinale Giacomo Lercaro
Raccolta Lercaro
Via Riva di Reno, 57 – Bologna

www.raccoltalercaro.it

Promoguida.net è realizzato da ARCOBALENO PUBBLICITA'
Via Papini, 26/b - 40128 Bologna - Tel 051 320424 - P. Iva 04335650372

www.arcobalenopubblicita.it 
 info@arcobalenopubblicita.it

Web Design - Jacopo Kahl
Copyright 2005 - Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione totale e parziale di testi, foto e disegni riportati su questo sito.

L'Arcobaleno Pubblicita' non si assume alcuna responsabilita' per l'uso di marchi,foto e slogan usati dagli inserzionisti.