Dal 21 giugno prende il via “Piazza Verdi Village”, il cartellone di Bologna Estate 2019 dedicato alla zona universitaria.

Fino al 13 ottobre 2019 un ricco calendario di eventi che si realizza grazie al coinvolgimento di numerose istituzioni culturali bolognesi – tra le quali l’Università di Bologna, il Teatro Comunale, il Conservatorio G.B Martini e l’Accademia di Belle Arti – e alla collaborazione dei molti attori sociali e culturali attivi nella zona e che si rivolge ad un pubblico ampio e diversificato, per vivere l’estate tra cultura, socialità, divertimento e relax in una delle zone più belle della città.

Ampia programmazione, infatti, sul palco di Piazza Verdi, dove si alterneranno artisti, docenti e associazioni per raccontare arte, musica, teatro, scrittura e le vicende storiche e civili della città. Tra i moltissimi eventi da ricordare, il 28 giugno l’ omaggio al direttore d’orchestra Leone Magiera, grande protagonista della musica classica che ha accompagnato la carriera dei più grandi talenti del canto fra cui Luciano Pavarotti; la serata del 7 luglio con l’Orchestra Senzaspine che proprio in Piazza Verdi nel 2013 ha esordito per la prima volta a Bologna e il 27 luglio il concerto dei Carmina Burana di Carl Off, con il coro e i solisti dell’Orchestra del Teatro Comunale, diretti da Alberto Malazzi in uno spettacolo speciale che fa parte dell’ampia proposta del Teatro in Piazza Verdi.

Tra gli ospiti in programma ricordiamo anche Vittorio De Scalzi, Neri Marcorè, Violante Placido, Enrica Mou, l’Orchestra Senzaspine, Trilok Gurtu & Roy Paci, Barcelona Gipsy Balkan Orchestra, Enrico Rava, e poi talk sulla piazza e sulla città, con grandi intellettuali tra cui Stefano Bonaga, Renato Barilli, Stefano Zenni, Leone Magiera, Alberto Spano e Moni Ovadia.

Piazza Verdi Village si allarga anche a tutta l’area di via del Guasto e Largo Respighi, allestita per l’occasione con casette, fioriere in legno e aiuole circolari per ospitare piccoli spettacoli di animazione, fino a via Zamboni a cui è dedicato un progetto di ‘visite narrate’, che permetterà ai visitatori di scoprirne gli incredibili tesori storico artistici.

Molte anche le attività dedicate ai bambini e alle famiglie e realizzate alla collaborazione del’Associazione Giardini del Guasto, che per l’occasione ha organizzato un programma che coniuga gioco libero a proposte di laboratorio e occasioni sperimentazione e divertimento.

www.centrocavour.it