Burattini a Bologna con Wolfango >>> clicca e leggi

Si conclude con due serate speciali, in programma per il 29 agosto e il 3 settembre, la fortunata rassegna “Burattini a Bologna con Wolfango” che per tutta l’estate ha reso protagonisti nel Cortile d’Onore di Palazzo d’Accursio i burattini di Riccardo Pazzaglia, burattinaio e poeta della nostra città, che come sempre ha saputo incantare non solo i bambini, ma anche il pubblico adulto e i molti turisti di passaggio.

Giovedì 29 agosto alle 21 va in scena il fortunato spettacolo “Il Barbiere di Siviglia”, un adattamento dall’opera di Rossini curato dallo stesso Pazzaglia che ha coinvolto in questo progetto un’altra assoluta eccellenza del territorio bolognese, Gruppo Ocarinistico Budriese, che ha saputo trascrivere e interpretare molte arie dell’opera rossiniana, contribuendo al successo di uno spettacolo in replica ormai da molti anni.

Martedì 3 settembre, sempre alle 21 è invece la volta di “E partì la fiumana”, lo spettacolo per burattini, attori e cantastorie di e con Romano Danielli. Lo spettacolo è dedicato alla figura del pittore Giuseppe Pellizza da Volpedo (1868-1907), autore del celebre quadro “Il quarto stato”, grande manifesto del proletariato a cavallo tra Ottocento e Novecento. Danielli, maestro d’arte dei burattini bolognesi ha ricevuto quest’anno in premio internazionale dedicato al teatro di figura “Eolo Awards”.

Entrambi gli spettacoli sono pensati per un pubblico adulto, ma come dice Riccardo Pazzaglia “i bambini sanno sempre come comportarsi davanti ai burattini e non si annoiano mai con le loro storie”.

In programma anche l’ultimo appuntamento con le passeggiate di “A spasso con i burattini” che il 14 settembre propongono un percorso insieme alla scoperta delle opere dell’artista bolognese Wolfango Peretti Poggi, pittore e appassionato dei burattini e della loro storia e recentemente scomparso. 

www.centrocavour.it

 

Presentazione libro “Fausto Coppi. La grandezza del mito” >>> clicca e leggi

Giovedì 9 maggio alle 18 nella Sala Tassinari di Palazzo d’Accursio si svolgerà la presentazione del libro “Fausto Coppi. La grandezza del mito”.

Interverranno: l’assessore al turismo, cultura e sport del Comune di Bologna Matteo Lepore con Luciano Boccaccini, curatore del libro e Roberto Mugavero direttore Minerva Edizioni. A fare da moderatore sarà Fernando Pellerano.

Il volume di 400 pagine, con oltre 350 fotografie, in gran parte inedite, di Walter Breveglieri, colleziona contributi di Marina e Fausto Coppi e testi di grandi giornalisti sportivi italiani.

Per celebrare i cent’anni di Fausto Coppi la casa editrice Minerva ha inoltre inaugurato lo scorso 16 aprile la mostra fotografica che porta lo stesso titolo del libro e che raccoglie gli scatti del fotografo bolognese Walter Breveglieri. L’esposizione che si potrà visitare fino a domenica 12 maggio nella Sala Farnese di Palazzo d’Accursio fa rivivere al pubblico i momenti più belli e significativi della vita del Campionissimo come mai erano stati visti prima.

www.centrocavour.it

Burattini e Wolfango, la mostra a Palazzo D’Accursio >>> clicca e leggi

Sabato 9 febbraio nella Sala d’Ercole di Palazzo d’Accursio è stata inaugurata “Burattini a Bologna con le illustrazioni di Wolfango”, la mostra pensata da Riccardo Pazzaglia per mettere in luce la storia dei burattini bolognesi. 

Un percorso espositivo che mostrerà fotografie, burattini, materiale scenico, fondali e una produzione inedita e ancora sconosciuta, caratterizzata da disegni, stampe e dipinti di Wolfango.

Riccardo Pazzaglia, burattinaio e direttore artistico, proporrà inoltre dimostrazioni d’intaglio per la creazione di nuove teste di burattino, lavorando nel banco storico da lavoro appartenuto al maestro Demetrio Presini.

Un’ulteriore occasione per apprezzare uno dei molteplici aspetti dell’arte del burattinaio. È possibile, su prenotazione effettuare visite guidate gratuite.

Fino al 20 marzo.

Info e orari:
da martedì a domenica dalle 10 alle 18.30 – venerdì dalle 14 alle 18.30 – Lunedì chiuso 
Turni visite: ore 10 – ore 15 – ore 17
info e prenotazioni: burattiniabologna@gmail.com – 3332566426
Ingresso gratuito.

www.centrocavour.it

Giovanni Paolo Bedini, il fascino della spensieratezza >>> clicca e leggi

È dedicata alla figura di Giovanni Paolo Bedini, artista nato a Bologna nel 1844, la quindicesima mostra retrospettiva promossa da Bologna per le Arti con il patrocinio del Comune di Bologna, che resterà allestita in Sala d’Ercole di Palazzo d’Accursio fino al 3 febbraio prossimo. 

La mostra, dal titolo “Giovanni Paolo Bedini. Il fascino della spensieratezza 1844-1924”, curato da Giuseppe Mancini, è la prima grande antologica focalizzata sull’intera produzione dell’artista bolognese attivo fino agli anni 20 del Novecento. Il percorso espositivo è costituito da circa sessanta opere di provenienza pubblica e privata, a cui verranno affiancati dipinti di maestri contemporanei a Bedini, con l’intento di mettere in luce un più ampio “spaccato” della produzione artistica del tempo.

Per chi desidera approfondire i temi dell’arte da gennaio 2019, ritorna “Dialoghi Culturali a Palazzo d’Accursio”, il ciclo di conferenze tenute da studiosi e personalità del panorama culturale della città, organizzato in Cappella Farnese sempre dall’Associazione Bologna per le Arti.

Steve McCurry a Palazzo d’Accursio >>> clicca e leggi

Dal 30 novembre al 6 gennaio 2019 una mostra fatta di sguardi contro ogni forma di discriminazione, con 40 grandi ritratti di cui alcuni inediti, che raccontano l’unicità di ogni individuo e il rispetto per la vita.

È ‘Una testa, un volto. Pari nelle differenze’ del fotografo americano Steve McCurry, allestita nelle Collezioni comunali d’arte di Palazzo d’Accursio, in occasione della ‘Biennale della Cooperazione’ promossa dall’Alleanza delle Cooperative Italiane.

Bologna sarà, il 30 novembre e l’1 dicembre, sede della seconda tappa di un percorso cominciato a Bari e che in gennaio proseguirà a Milano e Roma, portando in giro le cinque parole chiave del Manifesto cooperativo: lavoro, innovazione, welfare, sostenibilità e legalità.

Le foto di Steve McCurry – quattro volte vincitore del World Press Photo e autore di una delle immagini più iconiche del XX secolo, la ‘Ragazza afgana’ – ritraggono una serie di volti in cui riconoscersi al di là di confini e barriere.

Fotografie che educano alla conoscenza e alla visione senza pregiudizi dell’altro, per salvaguardare il patrimonio delle differenze tra le culture nel mondo. Da qui il titolo della mostra che, parafrasando uno dei valori cardine del cooperare, la parità di ciascuno nel prendere decisioni, lo ripropone nei termini universali dell’equità: “una testa, un voto” diventa così “Una testa, un volto”, il pensiero e i tratti che rendono ogni persona irripetibile. E che, coniugati al plurale, “generano una comunità che produce il domani”. Le foto saranno esposte su strutture antropomorfe in ferro battute, ideate dallo scenografo Peter Bottazzi, posizionate come fossero persone in cammino all’interno della Sala e della Cappella Farnese.

McCurry il 30 novembre riceverà inoltre il premio ‘Colomba d’oro internazionale’ nell’ambito del premio ‘Colombe d’oro per la pace’, che l’Istituto di ricerche internazionali Archivio Disarmo gli ha riconosciuto per “la competenza del professionista e l’ispirazione dell’artista nel mostrare la natura umana attraverso le immagini, con un’autenticità e un’immediatezza che sono raramente raggiunte dalla parola parlata e scritta.

Le sue fotografie, scattate ai quattro angoli del pianeta nei territori devastati dai conflitti, mostrano una straordinaria capacità di catturare l’anima e raccontare le storie dei soggetti incontrati, attraverso un uso consapevole e accorto dello strumento fotografico”.

Info
Da martedì a domenica dalle ore 10.00 alle 18.30
Chiusura: tutti i lunedì e 25 dicembre
Aperture straordinarie: 24 dicembre e 1 gennaio

Biglietti di ingresso (per la mostra di Steve McCurry e visita alle Collezioni comunali d’arte): 10 euro intero; minori tra i 12 e 18 anni); gratuito per minori fino a 12 anni.

Fonte: ansa.it

Promoguida.net è realizzato da ARCOBALENO PUBBLICITA'
Via Papini, 26/b - 40128 Bologna - Tel 051 320424 - P. Iva 04335650372

www.arcobalenopubblicita.it 
 info@arcobalenopubblicita.it


Web Design - Jacopo Kahl
Copyright 2005 - Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione totale e parziale di testi, foto e disegni riportati su questo sito.

L'Arcobaleno Pubblicita' non si assume alcuna responsabilita' per l'uso di marchi,foto e slogan usati dagli inserzionisti.