Infanzia, adolescenza e diritti – la mostra in Salaborsa >>> clicca e leggi

Lunedì 28 ottobre verrà inaugurata una mostra in Salaborsa alle ore 17:00 con con la Vicesindaco Marilena Pillati e il Presidente di UNICEF Italia, Francesco Samengo.

I diritti dei bambini e degli adolescenti trovano casa nella Piazza coperta di Salaborsa, dove fino al 2 novembre è visitabile la mostra di Unicef dedicata al trentesimo anniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

La mostra raccoglie foto inedite dei primi interventi di UNICEF in Italia, tra il 1943 e il 1945, una selezione di foto, in parte del National Geographic Institute, che documentano l’attività di UNICEF in tutto il mondo, insieme ad alcuni scatti del fotografo bolognese Andrea Venturini realizzati in Etiopia.

Arricchiscono la mostra i disegni delle alunne e alunni dell’Istituto Comprensivo 5 di Bologna, di alcune scuole internazionali e le opere grafiche della XV Esposizione Internazionale Arti Figurative promossa dalla Fondazione Malagutti di Mantova.

Partecipa anche il Museo Giardino Geologico Sandra Forni della Regione Emilia-Romagna, con un contributo dedicato alla sostenibilità ambientale.

La mostra è visitabile negli orari di apertura di Salaborsa.

Al taglio del nastro la Vicesindaco Marilena Pillati e il Presidente di UNICEF Italia, Francesco Samengo.

“Bologna s’industria” – la mostra a San Giorgio in Poggiale >>> clicca e leggi

La mostra fotografica “Bologna s’industria. La rinascita economica dal secondo dopoguerra agli anni ’80 nelle immagini dell’archivio Fototecnica”, a cura di Cinzia Frisoni, offre al pubblico una sintesi della varietà della produzione industriale bolognese di quegli anni, con un’attenzione particolare al modo di documentare fotograficamente categorie di oggetti e prodotti molto distanti tra loro.

Gli autori delle immagini sono quattro operatori formatisi presso lo Studio Villani (Albuccio Arcani, Tiziano Calza, Sigfrido Pasquini e Pietro Roda), che dal 1948 si mettono in proprio orientando la loro attività verso la committenza industriale. Dal 1953 al 1962 la ditta prende il nome di Fototecnica Artigiana per poi trasformarsi in Fototecnica Bolognese dopo l’abbandono del gruppo da parte di Tiziano Calza. A partire dal 1981, dopo la morte dei fondatori, c’è un avvicendarsi di figure nella gestione dell’archivio (a quelle date ormai storico) fino alla cessione nel 1992 alla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna.

Il percorso espositivo, in mostra fino al 15 gennaio 2020, è suddiviso in 10 sezioni tematiche e composto da 110 fotografie (stampe moderne da scansione digitale dei negativi originali su lastra in vetro), tutte provenienti dal fondo Fototecnica – conservato presso l’archivio della Biblioteca di San Giorgio in Poggiale – e offre uno spaccato esaustivo e sfaccettato della varietà produttiva, punto di forza dell’industria di area bolognese: dal settore meccanico a quello agroalimentare, chimico-farmaceutico e radioelettrico, dalle immagini di vita nella fabbrica fino ai servizi di moda o legati all’arredo.

In occasione della mostra sono previsti alcuni incontri (ingresso gratuito) che si svolgono nella Biblioteca d’Arte e Storia di San Giorgio in Poggiale, secondo il seguente calendario:
– Martedì 5 novembre 2019, ore 17,30, Gianluigi Bovini, Il miracolo della ricostruzione
– Martedì 26 novembre 2019, ore 17,30, Riccardo Vlahov, La fabbrica delle immagini
– Martedì 3 dicembre 2019, ore 17,30, Fotografia industriale e committenza, incontro con alcuni imprenditori, partecipano Patrizia Bauer (Casale Bauer), Giangiacomo Zabban (Farmac-Zabban), Gianfranco Dondarini (Viro).

Info e orari:
San Giorgio in Poggiale – Via Nazario Sauro, 20/2 – quartiere Porto-Saragozza
Lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì ore 9-13; martedì ore 9-17

Ingresso gratuito

Mostra funghi e piante spontanee all’Archiginnasio >>> clicca e leggi

Domenica 13 ottobre il gruppo micologico di Avis Bologna organizza la 42° mostra di funghi e piante spontanee presso la Biblioteca dell’Archiginnasio di Bologna, in Piazza Galvani 1.

In collaborazione con Confcommercio Ascom Bologna e con il patrocinio del Comune di Bologna, il Gruppo Micologico allestirà nel centro cittadino una mostra dedicata ai funghi e alle piante spontanee per approfondire alcuni affascinanti aspetti della natura.

In occasione della mostra, il Palazzo dell’Archiginnasio osserverà l’apertura straordinaria fino alle ore 18:00. 

La mostra sarà aperta dalle 10:00 alle 18:00. 

L’ingresso è libero. 

 

“De Chirico Oltre il quadro”, la mostra a Pieve di Cento >>> clicca e leggi

De Chirico: ciò che va oltre l’apparenza fisica della realtà e al di là dell’esperienza dei sensi.

Presso il MAGI ‘900, il Museo delle Eccellenze artistiche e storiche, prorogata fino al 30 dicembre 2019 viene presentata la mostra “De Chirico oltre il quadro”, che propone l’arte della scultura di questo grande maestro, capace di rappresentare nelle sue figure soggetti dall’enigmatica presenza, realizzate prima in piccole terrecotte dipinte e più tardi in piccole tirature di diversi formati in bronzo, per rendere le opere più durevoli; oltre a dare forma, nelle sue rappresentazioni, al conetto di mito e della memoria dell’antico.

Durante la mostra sarà possibile ammirare 19 di queste sculture che il museo propone con un allestimento particolare in modo da mettere in relazione le rappresentazioni bidimensionali e la loro restituzione a tutto tondo. Tra le opere esposte ricorrono alcune figure chiave dell’immaginario dechirichiano, come gli Archeologi, i Trovatori, i Manichini Coloniali, Le Muse, i Cavalli, temi dei quali vengono presentate diverse varianti, offrendo una delle più significative ricognizioni sulla scultura metafisica mai allestite in Italia.

 La mostra potrà essere visita negli orari di apertura al pubblico che vanno da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00.

Il prezzo del biglietto è di: € 15 per visionare la collezione permanente più le mostre temporanee; € 10 per la collezione permanente;  7 per una mostra temporanea; €10 per due mostre temporanee. Sono disponibili sconti per i possessori della Card Musei Metropolitani.

Via Rusticana A/1, Pieve di Cento, Bologna.

“Come un incendio d’estate secca e ventosa”, la mostra all’Archiginnasio >>> clicca e leggi

Dal 4 giugno al 3 novembre 2019, alla Biblioteca dell’Archiginnasio è visitabile la mostra “Come un incendio d’estate secca e ventosa“.

Nel ventennale della pubblicazione del romanzo Q. di Luther Blissett, la Biblioteca dell’Archiginnasio ha voluto celebrare questo evento esponendo testi a stampa, manoscritti, stampe e disegni in loro possesso, riferibili alle vicende narrate nell’opera e ai personaggi storici che vi compaiono.

La mostra offre l’occasione di andare oltre i confini del romanzo ed indagare aspetti di quelle vicende storiche o di alcuni personaggi che nel libro non sono stati approfonditi. 

L’esposizione sarà disponibile anche in versione online con alcuni documenti finora inediti. 

www.centrocavour.it

Un giorno nel Villaggio Villanoviano >>> clicca e leggi

Domenica 9 giugno visita guidata gratuita alle ore 16.30 alla mostra “Oggetti dal quotidiano. Un giorno all’interno di un villaggio villanoviano”.

Visita guidata gratuita alla mostra “Oggetti dal quotidiano. Un giorno all’interno di un villaggio villanoviano”, alla capanna villanoviana ricostruita a grandezza reale e completa di arredi e all’allestimento permanente del MUV, con i corredi e le stele del sepolcreto orientalizzante di Marano di Castenaso.
 
 

“Diamo i numeri”, mostra all’Opificio Golinelli >>> clicca e leggi

Dal 24 maggio  al Centro Arti e Scienze Golinelli di Via Paolo Nanni Costa, 14, è possibile visitare la mostra “Diamo i numeri” un’esperienza interattiva nell’affascinante mondo dei numeri. 

La mostra, in programma fino al 21 giugno, è visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00

L’intento della mostra è quello di avvicinare le persone di qualsiasi età al mondo della matematica attraverso un affascinante viaggio in 3D in cui si ha la possibilità di giocare, contare, sperimentare e simulare. 

L’ingresso alla mostra è gratuito.

www.centrocavour.it

Ivan Graziani in mostra al Museo della Musica >>> clicca e leggi

Il Museo della Musica ospita un’esposizione antologica del lavoro grafico e pittorico di Ivan Graziani fino al 23 giugno 2019, curata da Olivia Spatola e Manuela Valentini in collaborazione con Francesco Colafella.

Continua così il ciclo delle personali dedicate agli artisti che hanno messo al centro il dialogo tra arte e musica, avviato con ALIAS capitolo secondo di Giorgio Faletti e con la personale di Francesco Tricarico Quando la musica si mostra. Una nota al museo.

Ivan Graziani (Teramo, 1945 – Novafeltria, 1997), artista dal talento indiscusso e personaggio atipico decisamente “avanti” rispetto ai suoi contemporanei, rientra nell’olimpo dei cantautori italiani per la peculiarità di avere creato un raccordo tra la canzone d’autore e il rock, percorrendo una strada già ricca di capiscuola – Lucio Battisti, Eugenio Finardi, Edoardo Bennato, Lucio Dalla per citarne solo alcuni – ma implementandola della sua particolare visione.

Pochi però sono a conoscenza del suo percorso nelle arti visive. Un personaggio dalla personalità così spiccata ed un talento così versatile non poteva esaurire la sua creatività in un’unica disciplina: infatti, insieme alla musica sua grande passione, sviluppò parallelamente quello che fu definito il suo “lato B” ovvero il percorso dell’Ivan Graziani disegnatore.

Delle oltre trenta opere presentate in mostra – disegni, incisioni e grafiche provenienti dall’archivio della famiglia Graziani – molte sono inedite, tratte da quaderni di schizzi e appunti che l’artista aggiornava con regolarità. Una galleria di personaggi dal taglio cinematografico, impegnati in situazioni di vita quotidiana. Il tratto a china, a volte più rotondo e acquerellato con l’alcool, a volte più stilizzato e spigoloso, ha la costante di una visione grottesca e satirica.

Ingresso biglietto museo (€ 5,00 intero / € 3,00 ridotto).

www.centrocavour.it

Leonardo. Il genio applicato >>> clicca e leggi

Leonardo. Il genio applicato, è l’evento per celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci. 

La sera di mercoledì 22 maggio saranno proiettate sulle mura di Palazzo Re Enzo le opere di questo grande artista in sequenze da 30 minuti ciascuna. 

Si susseguiranno 7 temi che in ordine saranno:

Studi anatomici
Ritratti femminili
Studi sulle acque,
Il Musico,
Invenzioni,
Arte sacra,
Luce e materia.

Sarà l’occasione, per tutti coloro che passeranno in Piazza del Nettuno, di poter ammirare, in una forma inedita, le opere di quest’uomo geniale che, grazie alla sua intelligenza, è riuscito a raggiungere l’eccellenza in numerosi campi. 

www.centrocavour.it

 

Caravaggio – L’urlo e la luce – la mostra nel quartiere Savena >>> clicca e leggi

Lo scorso 4 maggio è stata inaugurata presso la chiesa San Ruffillo di via Toscana, 146, la mostra che racconta il percorso creativo di Michelangelo Merisi da Caravaggio attraverso la riproduzione a grandi dimensioni e ad alta definizione di 31 capolavori dipinti tra il ‘500 ed il ‘600.

Fino al 19 maggio sarà possibile visitare la mostra, con ingresso libero, tutti i giorni dalle 7.30 alle 12 e dalle 15.30 alle 22. Visite guidate su prenotazione per scuole, gruppi ed associazioni.

Già nel titolo, L’urlo e la luce, si vuole fissare icasticamente la “cifra” di una evoluzione del pensiero e della tecnica del grande pittore lombardo segnato da una sempre più profonda e drammatica ricerca della verità ultima delle cose.

“Il Redentore”, “I testimoni” – entra invece con prepotenza la luce: luce pittorica, assoluta novità del suo genio, e luce di Grazia, capace di risollevare l’uomo dal baratro della sua umanità. Il “cuore” della mostra sono le tre scene che narrano la vicenda di san Matteo in San Luigi dei Francesi a Roma, uno spettacolo teatrale in tre atti: Matteo chiamato (vocazione), per un compito (scrivere il Vangelo) e per un destino di gloria (attraverso il martirio). 

Il visitatore è invitato ad immedesimarsi in ciascuna scena e a diventarne partecipe, perché in essa si mostra e accade il dramma dell’esistenza: l’urlo, ossia la problematicità del reale in cui tutto per natura precipiterebbe tragicamente nel nulla se non irrompesse la luce della Grazia a chiamare, convocare e ultimamente salvare.

www.centrocavour.it

Promoguida.net è realizzato da ARCOBALENO PUBBLICITA'
Via Papini, 26/b - 40128 Bologna - Tel 051 320424 - P. Iva 04335650372

www.arcobalenopubblicita.it 
 info@arcobalenopubblicita.it


Web Design - Jacopo Kahl
Copyright 2005 - Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione totale e parziale di testi, foto e disegni riportati su questo sito.

L'Arcobaleno Pubblicita' non si assume alcuna responsabilita' per l'uso di marchi,foto e slogan usati dagli inserzionisti.