Monasteri Aperti Emilia-Romagna >>> clicca e leggi

Vivere la quotidianità di un monaco medievale, pranzare nel silenzio con le suore di clausura o partecipare a un trekking serale con concerto in un’antica abbazia.

Sono alcune delle iniziative proposte dalla manifestazione “Monasteri Aperti Emilia-Romagna” in programma sabato 19 e domenica 20 ottobre. 

Protagoniste una ventina di strutture regionali, tra monasteri e luoghi di culto, che vanno dall’Abbazia di Nonantola (Mo), appena riaperta al pubblico dopo il terremoto alla Cattedrale di Sarsina (Fc), passando da gioielli meno conosciuti come Il Monastero di San Pietro a Modena o il Monastero di Santa Chiara a Lagrimone (Pr) lungo alcuni dei 18 Cammini per viandanti e pellegrini della regione.

Alcune delle strutture aprono per la prima volta le loro porte a visitatori esterni e grazie alla presenza di guide esperte d’arte permetteranno di conoscere approfonditamente la loro origine e storia, arte e architettura.

L’iniziativa è promossa da Apt servizi Emilia Romagna e Ceer, Ufficio per la pastorale dello Sport, turismo e tempo libero, in collaborazione con otto Diocesi (Piacenza-Bobbio, Parma, Reggio Emilia, Modena-Nonantola, Bologna, Faenza-Modigliana, Forlì, Cesena-Sarsina) e dieci Associazioni dei cammini (Via degli Abati, Via dei Linari, Via Romea Strata Longobarda- Via Nonantolana, Via degli Dei, Viae Misericordiae- Cammino di Dante, Cammino di Sant’Antonio, Via Romea Germanica, Cammino di San Vicinio).

Tutti gli appuntamenti, gratuiti e a pagamento, tra visite guidate, laboratori, escursioni con tappe in monasteri e pievi, concerti di musica sacra sono prenotabili online sul sito dei Cammini Emilia Romagna

Sagra del Tortellino a Calderara di Reno >>> clicca e leggi

Calderara di Reno è in corso la Sagra del Tortellino.

Cominciata il 1° sarà la protagonista fino al 9 dicembre prossimo presso il Centro Sportivo Pederzini.

Si tratta di una kermesse organizzata dalla Unione Polisportiva Calderara molto apprezzata e altrettanto radicata nella tradizione del centro emiliano, che ha preso avvio nel 2005 e festeggia la sua 14a edizione patrocinata dalla locale Amministrazione Comunale.

Per molti aspetti è in assoluto uno degli eventi socio-gastronomici più attesi nell’intero comprensorio, momento di grande aggregazione e degustazione di autentiche prelibatezze. Tutto ciò nel nome del re indiscusso della Sagra: Sua Maestà il “turtlèn fat a man„ da una trentina di volontarie/i sapienti custodi della tradizione: venticinque regine della sfoglia e cinque intenditori che hanno prodotto oltre 6 quintali di tortellini (nuovo record Sagra).

Anche quest’anno completano l’offerta le lasagne con ragù alla bolognese e la gramigna alla salsiccia. Confermatissimi pure i secondi piatti nella scia della scorsa edizione: consumati ben 1.400 tra grigliate miste (salsiccia, costine, coppone), polenta condita, bollito misto, pollo allo spiedo e stinco di maiale al forno. Contorni (patate fritte, insalata, verdure miste pastellate) e dolci (vari assortimenti), buon vino, birra e angolo bar integrano la proposta dell’edizione 2018 che, come sempre, si preannuncia scoppiettante e ricca di buonumore.

Emilia vs Romagna: all’Enoteca Dagli Ostinati la sfida culinaria >>> clicca e leggi

promoguida-enoteca-ostinati-bolognaSimpatica sfida tra tigelle e piadine alla scoperta di due nuove cantine.

Nella notte di Halloween, mercoledì 31 ottobre, settima sfida tra Emilia e Romagna.

L’appuntamento da non perdere è previsto dalle 19:30 alle 22:00.

Saranno presenti i produttori delle due “sfidanti”.

Il rappresentante per l’Emilia sarà La Macina, per la Romagna invece sarà la Tenuta Montecatone.

La proposta per la serata:

tigelle, piadine e salumi “All you can eat and drink” a € 25,00.

È gradita la prenotazione.

 

INFO

Enoteca dagli Ostinati di Fabio Gangetti
Via Albini 5/a – Bologna
Tel. 051 6238829 – Cell. 339 5252558

 @EnotecadagliOstinati

EnERgie Diffuse, il programma delle iniziative >>> clicca e leggi

Con una festa tutta musicale, che coinvolgerà le bande e i cori e le scuole di musica della regione, si apre a Bologna domenica 7 ottobre alle ore 18 la Settimana di promozione della Cultura “EnERgie Diffuse” in Emilia-Romagna, fino al 14 ottobre, con oltre 400 eventi. Open day di musei, teatri e archivi, spettacoli, mostre, convegni, concorsi, performance e inaugurazioni: la realtà culturale dell’Emilia-Romagna sarà in primo piano e alla portata di tutti da Rimini a Piacenza. L’iniziativa è promossa dalla Regione Emilia-Romagna, assieme ai Comuni e alle realtà culturali del territorio per celebrare l’Anno europeo del Patrimonio culturale 2018.

Il 7 ottobre sarà anche la giornata dei Teatri in Piazza, la festa dei teatri bolognesi, prevista dalle 10 alle 19 in piazza Verdi, con incontri, letture, concerti, laboratori. Per la prima volta verranno presentate insieme le stagioni dei teatri di Bologna e dell’area metropolitana.

L’8 e 9 ottobre Palazzo Poggi in via Zamboni ospiterà dalle 17 alle 20, IN/FINITO, un progetto di danza e fotografia: sei giovani coreografi (Saul Daniele Ardillo, Damiano Artale, Hektor Budlla, Philippe Kratz, Roberto Tedesco, Diego Tortelli) hanno creato delle micro-performance per singolo danzatore che sono state fotografate dai fotografi dell’Associazione Terzo Tropico, Spazio Labò e Pino Ninfa. Le immagini saranno in mostra nel corridoio di palazzo Poggi. Ogni giorno poi, dalle 17 alle 20, saranno proposte dal vivo le sei performance di danza.

Sempre l’8 e 9 ottobre nell’Aula Absidale di Santa Lucia si svolgerà “Attivare la cultura”: tre convegni tematici: “Accendere la cultura spegne le paure” (9,30- 13,30), L’Europa muove la musica (9,30, 15-18) , “Patrimonio culturale”: percorsi per attivare un bene comune ( 9 ottobre 9,30 – 13,00) rivolti a cittadini, operatori, amministratori, studenti, professionisti dell’informazione sul senso e il valore delle politiche per l’attivazione della cultura e del patrimonio nell’epoca della globalizzazione, dell’intelligenza artificiale, della rivoluzione dell’industria 4.0.

Dal 10 al 14 ottobre poi, grande spettacolo con Bologna Città di Circo, che partendo da piazza Maggiore si svolgerà in molti altri luoghi del centro, con incursioni circensi all’interno di spazi culturali, quali musei e biblioteche, edifici pubblici.

Giovedì 11 ottobre nel pomeriggio è in programma un convegno dal titolo Le Buone Pratiche del Teatro, sulle novità previste nel Codice dello Spettacolo 2018/2019. Venerdì 14 ottobre, in piazza Scaravilli, ci sarà un Concerto per 5 pianoforti – 440 tasti in memoria di Daniele Lombardi: un’anteprima assoluta, sul sinfonismo pianistico contemporaneo, con Maria Clementi, Antonello D’Onofrio, Elena Lasala, Stefano Ligoratti, Claudio Soviero. Il 13 e il 14 ottobre è il momento degli Open Day: istituti culturali, biblioteche, archivi e musei, presenti e attivi sul territorio bolognese ad aprire le loro porte per mostrare il patrimonio custodito o per segnalare oggetti, materiali, temi significativi. Per l’occasione verranno realizzate mostre, letture, concerti, conferenze, incontri con gli autori, visite guidate e laboratori per tutte le età, percorsi di esplorazione tra le mura urbane, itinerari di scoperta nel territorio.

Il 12 ottobre Bologna ospita al Das -Dispositivo di arti sperimentali, in via del Porto, una tappa di  Remixing Cities III, momento periodico di riflessione dell’Associazione Gai su esiti, problematiche, strategie, progettualità e prospettive nel campo della rigenerazione urbana, del riuso degli spazi e della rivitalizzazione dei territori, in cui verranno illustrati progetti nazionali relativi al bando Giovani RiGenerAzioni Creative, pubblicato dall’Anci nel 2016, che ha consentito il finanziamento di 16 progetti nazionali di rigenerazione urbana attraverso i linguaggi e la pratica della giovane creatività.

Sempre al Das il 12 ottobre, nell’ambito del progetto Intercity, Percorsi di danza nelle città d’arte, sono previste le performance Argon- The Opal Mystery Version, di Le Supplici/ZimmerFrei/First Rose, a cura di Danza Urbana; Ohhh / Azioni per Wonder(L)and di Simona Bertozzi/Nexus, a cura di Danza Urbana e Dialoghi del Terzo paesaggio di Sabina Ghinassi, a cura della Rete Almagià.

Younger live night, vede protagonisti i giovani musicisti emiliano-romagnoli del progetto Sonda. Concerti Rock, indie-pop, elettronica il 12 ottobre, gratuiti per giovani che possiedono la tessera regionale YoungERcard in tre serate di live music che si svolgeranno in contemporanea a Bologna (Covo), Modena (La Tenda) e Ravenna (Bronson).

Città di Circo in Piazza Maggiore >>> clicca e leggi

Al centro di tutto una grande novità: per la prima volta a Bologna un chapiteau da circo verrà accolto in Piazza Maggiore.

Il tendone bianco e rosso, allestito proprio davanti a Palazzo d’Accursio, ospiterà dal 10 al 14 ottobre, “Città di Circo” un programma che si svolge nell’ambito di EnERgie Diffuse, la campagna della Regione Emilia Romagna in occasione dell’anno del patrimonio culturale e che si configura come anteprima del festival che si svolgerà a fine mese a Villa Angeletti.

Mercoledì 10 ottobre:
– dalle 13.30 alle 14.30:  Letture mobili a cura di Istituzioni Biblioteche in collaborazione con ass. Malippo
– ore 21.30 : spettacolo Naufragata di Circo Zoè *

Giovedì 11 ottobre 
 dalle 13.30 alle 14.30: Letture Ad alta voce con ass.Malippo a cura di Istituzioni Biblioteche 
– ore 21.30 : spettacolo Naufragata di Circo Zoè *

Venerdì 12 ottobre:
– dalle 13.30 alle 14.30: Letture Ad alta voce con ass.Malippo a cura di Istituzioni Biblioteche 
– ore 15.00 Città di Circo – una comunità che prende forma” 
buone pratiche di sviluppo e coinvolgimento del pubblico
– ore 21.30 : spettacolo Naufragata di Circo Zoè *

Sabato 13 ottobre:
–  dalle 13.30 alle 14.30: Letture Ad alta voce con ass.Malippo a cura di Istituzioni Biblioteche 
– ore 21.30 : Gran Galà di Città di Circo *

Domenica 14 ottobre:
– da 10.30 a 12.30 – Musei in piazza : Laboratorio per famiglie a cura del Dipartimento educativo MAMbo e Senza titolo ( Prenotazione obbligatoria mamboedu@comune.bologna.it )
– ore 15.30 Gran Galà di Città di Circo *

Prenotazione obbligatoria per gli spettacoli: 392 5245803.

Giornate FAI d’Autunno 2018 >>> clicca e leggi

Le bellezze poco conosciute e inaccessibili della nostra regione protagoniste nel weekend del 13 e 14 ottobre. 

Tanti gli itinerari proposti per scoprire i luoghi poco valorizzati da poter ammirare con occhi diversi e prospettive insolite. Saranno 33 le aperture straordinarie in Emilia-Romagna.

Bologna si andrà alla scoperta dell’antico passato fluviale della città con visite al Canale delle Moline e alla Salara, il magazzino che era adibito alla raccolta del sale.

Si potrà visitare anche Palazzo Zani, la chiusa di San Ruffillo e il canale di Savena. In provincia si segnala il percorso del Muro dipinto per le vie di Dozza, borgo medievale che dal 1960 si è trasformato in una vera e propria galleria a cielo aperto con le opere di oltre 200 artisti. Sempre a Dozza, si potranno visitare anche la chiesa dell’Assunzione di Maria Vergine, la Rocca Sforzesca e la Tana del Drago, Tolkien Studies Center.

Appuntamenti anche a Pieve di Cento per scoprire le vie d’acqua e la Cappella di Santa Chiara.

E a San Lazzaro sono in programma visite guidate all’oasi fluviale del Molino Grande e lo spettacolo teatrale “Gocciolina e Acquarello”. L’Oasi Fluviale del Molino Grande è un’area verde di circa 10 ettari situati lungo le sponde del torrente Idice, a cui si accede da via Tomasella. L’area si trova all’interno del Parco regionale dei Gessi bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa ed è gestita dal WWF.

Chiude l’elenco degli itinerari nel Bolognese, la Chiusa di Casalecchio.

Fonte: il Resto del Carlino

Bologna Estate, gli eventi da non perdere >>> clicca e leggi

ore 17 Teatro Comunale – Foyer Respighi Largo Respighi 1 Bologna Modern #03
Il ‘68: Parole Contro – lezione sul linguaggio del movimento a cura dell’Università di Bologna
con Marco Antonio Bazzocchi e Massimo Raffaeli
http://www.bolognaestate.it/il-68-parole-contro

ore 20 Teatro Comunale – Foyer Respighi Largo Respighi 1 Bologna Modern #03
Kraanerg – Opera di Yannis Xenakis
Nuova produzione del Teatro Comunale in collaborazione con Scuola di Teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone”, 8cento – Associazione per la Cultura e la Danza
http://www.bolognaestate.it/calendar/2018-10-09

ore 21 Ex Convento di S. Cristina via del Piombo 5 – Ladies rise up
Corpi, parole, spazi delle donne in movimento – conferenza spettacolo
Rassegna dall’Associazione Orlando in collaborazione con Centro di documentazione ricerca e iniziativa delle donne della città di Bologna
http://www.bolognaestate.it/ladies-rise-up

ore 21.30 Piazza Maggiore – Anteprima di Città di Circo per EnERgie Diffuse
Naufragata – spettacolo di Circo Zoè
http://www.bolognaestate.it/in-primo-piano/citta-di-circo-anteprima-energie-diffuse

Le iniziative di Bologna Estate >>> clicca e leggi

Il cartellone estivo del Comune continua fino al 14 ottobre e presenta tra l’altro il ricco calendario cittadino di EnERgie Diffuse, la campagna della Regione Emilia Romagna,  che presenta dal 7 al 14 ottobre oltre 400 eventi culturali in tutta la regione.

Al centro della programmazione di ottobre una grande novità: per la prima volta a Bologna un circo verrà accolto in Piazza Maggiore.

Il tendone ospiterà “Circo in Piazza”, un programma che contiene spettacoli, un convegno e occasioni di incontro anche oltre ai temi del circo.

Infatti, mentre sotto il tendone troveranno spazio anche le letture ad alta voce con l’associazione Malippo, a cura dell’ Istituzione Biblioteche e uno speciale laboratorio per bambini, curato per l’occasione dal da MAMbo”, sorprendenti incursioni circensi prenderanno vita all’interno dei luoghi tradizionali dell’arte e della conoscenza, in un gioco di rimandi e contaminazioni che da Piazza Maggiore si irradia verso le istituzioni culturali della città.

Ad inaugurare il programma di EnERgie Diffuse, domenica 7 ottobre, sarà il ritmo travolgente di “Onda sonora”, la festa delle scuole di musica della Regione Emilia-Romagna con la partecipazione di 800 giovani musicisti che animeranno diversi luoghi del centro storico. Si inizia alle 18 in Piazza Maggiore e in Piazza del Nettuno con l’esecuzione collettiva dell’Inno alla Gioia di Beethoven.

Il 7 ottobre è anche il giorno di “Teatri in piazza”, la grande festa dei teatri bolognesi che animerà Piazza Verdi. Una giornata ideata in collaborazione con Fondazione Emilia Romagna Teatri per festeggiare con un intenso programma di spettacoli, concerti, visite guidate, conversazioni con ospiti speciali e divulgazione di materiale informativo tutte le stagioni del territorio. Tra i tanti appuntamenti ricordiamo “Il sipario ha la gonna corta”, l’incontro con la scrittrice Michela Murgia, intervistata da Claudio Cumani sul Palco di Piazza Verdi. Sempre in zona universitaria si svolgeranno anche “IN/FINITO”, il progetto di danza e fotografia a cura di Aterballetto e il “Concerto per 5 pianoforti – 440 tasti” a curato da Angelica.

La settimana di EnERgie Diffuse offre inoltre molte occasioni per confrontarsi ed approfondire l’orizzonte delle politiche per la cultura dalla dimensione locale allo scenario europeo; tra gli appuntamenti da non perdere “Attivare la cultura. Il senso e il valore”, il convegno promosso dalla Regione Emilia – Romagna che si svolge all’Aula Absidale di Santa Lucia l’ 8 e il 9 ottobre e la due giorni ideata da Fondazione Innovazione Urbana dal titolo “Reimmaginare il diritto alla città”, con la presenza di Francesca Bria, delegata per le politiche di innovazione della città di Barcellona l’11 e il 12 ottobre in biblioteca Salaborsa. 
Da segnalare anche il convegno “Buone pratiche del teatro” che si svolgerà all’Arena del Sole l’11 ottobre e ‘le iniziative legate a cultura e creatività per lo sviluppo del territorio, che comprenderanno due giornate di presentazione di bandi e opportunità per i creativi, il rapporto Symbola 2018 in Cappella Farnese il 9 e il 10 ottobre e l’inaugurazione di tre spazi assegnati ai vincitori di Incredibol!’

Oh che bel Castello! in Emilia-Romagna le visite guidate >>> clicca e leggi

Dimora di re e principi, teatro di passioni e di guerre, il castello evoca fantasie come pochi altri luoghi.

Per questo il 7 ottobre sarà una giornata speciale. Domenica, infatti, 40 manieri dell’Emilia Romagna caleranno idealmente il loro ponte levatoio per svelare ai visitatori misteri e segreti vecchi di secoli. L’iniziativa, che s’intitola ‘Oh che bel castello’, prevede un programma ricchissimo: visite guidate in costume d’epoca, fiabe animate, degustazioni, aperitivi nei torrioni, racconti dei castellani. E ovviamente non mancheranno le attività pensate per i bambini

Il costo dei biglietti? Da 1 a 20 euro a seconda che si tratti di un percorso guidato o di un vero e proprio evento con cena finale. Alcuni appuntamenti, inoltre, sono completamente gratuiti (info su www.castelliemiliaromagna.it e www.castellidelducato.it).

‘Oh che bel castello’ è un’iniziativa della Regione Emilia-Romagna, APT Servizi e Destinazioni Turistiche dell’Emilia Romagna, con la collaborazione di Associazione Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli. “Un bel passo nel percorso di costruzione della rete dei Castelli dell’Emilia Romagna”, commenta l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini.

Scorrendo la lista dei castelli che hanno aderito all’iniziativa, e andando in ordine geografico troviamo le 16 suggestive roccaforti tra Parma e Piacenza. Sono i manieri che fanno parte del circuito Castelli del Ducato e sono la Rocca di Fontanellato, la Rocca di Sala Baganza, l’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense, il Castello di Tabiano, il Castello Pallavicino di Varano de’ Melegari, la Reggia di Colorno, Castello di Roccabianca, Castello di Felino, il Castello di Contignaco, Palazzo Farnese – Cittadella Viscontea a Piacenza, il Castello di Rivalta, il Castello di Agazzano, il Castello di San Pietro in Cerro, la Rocca Viscontea di Castell’Arquato, il Castello di Castelnuovo Fogliani, Castello Malaspina di Gambaro.

Nel territorio di Reggio Emilia partecipano 5 manieri fra i quali i castelli di Matilde di Canossa come il Castello di Bianello, la Torre di Rossenella a Canossa e il Castello di Carpineti. Ci sono poi la Rocca Estense di San Martino in Rio, la Rocca dei Boiardo a Scandiano. In provincia di Modena, aderiscono il Castello di Montecuccolo e la Rocca di Sestola, il Castello di Formigine.

E scendendo lungo la via Emilia, 12 castelli della Romagna, con la provincia di Forli-Cesena e quattro esempi: Castello del Capitano delle Artiglierie, Fortezza di Castrocaro, Terra del Sole e Palazzo Pretorio, Forlimpopoli, Verucchio, Castello di Longiano, Rocca delle Caminate, Rocca Vescovile di Bertinoro e Museo interreligioso, Rocca di Riolo Terme, Castello di Cusercoli, Rocca di Cesena, Castello di Meldola, Castello di Teodorano, con la provincia di Ravenna con la Rocca di Riolo Terme e la Rocca Manfrediana e Veneziana di Brisighella, con la provincia di Ferrara con la Delizia Estense del Verginese e la provincia di Rimini con la fortezza di San Leo. Altri castelli stanno ancora aderendo.

Fonte: il Resto del Carlino

Enologica 2018 a Palazzo Re Enzo >>> clicca e leggi

Sarà un’edizione ricca di novità!

Ritorna l’appuntamento autunnale con il Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia-Romagna.

Appuntamento il 6-7-8 ottobre a Bologna sempre nella storica sede di Palazzo Re Enzo con i seguenti orari:

sabato 11:30 – 20:00
Ore 12:30 – Dai colli alle sabbie: Pignoletto e Fortana
Ore 14:30 – Romagna Sangiovese, terra di territori
Ore 16:30 – Le mille bolle della regione

domenica 11:30 – 20:00
Ore 12:30 – Gutturnio e Ortrugo: Colli Piacentini in biancorosso
Ore 14:30 – Albana: secco o dolce?
Ore 16:30 – Emilia-Romagna non solo terra di grandi rossi

lunedì 11:30 – 19:00
Ore 14:00 – Emilia-Romagna senza limiti di tempo
Ore 16:00 – Bursôn e Centesimino, piccoli autoctoni crescono
Ore 18:00 – Lambrusco, effervescente Emilia

 

Biglietto d’ingresso alla manifestazione : € 20,00 (valido un giorno)
Ingresso operatori Horeca, GDO, Import Export, Distributori (presentando alla cassa il biglietto da visita aziendale) € 10,00 Iva inclusa (valido un giorno) 
Ingresso soci AIES, AIS, FISAR, ONAV, ASPI ed ASSOENOLOGI (presentando alla cassa la tessera in corso di validità) € 10,00 Iva inclusa (valido un giorno) 

L’accesso è consentito ai soli maggiorenni.

Il biglietto d’ingresso comprende un calice per la degustazione di tutti i vini in esposizione, tasca portacalice, catalogo della manifestazione ed accesso ai seminari. 

 

Promoguida.net è realizzato da ARCOBALENO PUBBLICITA'
Via Papini, 26/b - 40128 Bologna - Tel 051 320424 - P. Iva 04335650372

www.arcobalenopubblicita.it 
 info@arcobalenopubblicita.it


Web Design - Jacopo Kahl
Copyright 2005 - Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione totale e parziale di testi, foto e disegni riportati su questo sito.

L'Arcobaleno Pubblicita' non si assume alcuna responsabilita' per l'uso di marchi,foto e slogan usati dagli inserzionisti.