Le voci dei libri all’Archiginnasio >>> clicca e leggi

Da marzo fino a maggio ci farà compagnia la rassegna “Le Voci dei libri”, giunta al quinto anno che deve il suo titolo all’omonimo libro di Ezio Raimondi.

Un libro vero, come diceva il grande italianista, va amato: lo si rilegge come si fa visita a un amico, ricordando insieme il passato e, nel ricordo del passato, celebrando il rapporto vivo con il presente. 

È proprio da questa idea che trae spunto il progetto ”Le voci dei libri” con l’intento di dare voce ai grandi scrittori attraverso la lettura dei loro testi più importanti nella prestigiosa cornice della sala Stabat Mater dell’Archiginnasio, in Piazza Galvani, 1 e trasmetterne tutto l’incanto al pubblico bolognese.

L’inesauribile emozione che ci regala un libro rivivrà attraverso queste letture ad alta voce eseguite dai giovani attori della scuola Galante  Garrone.

Il programma 

mercoledì 27 marzo alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
LA COSCIENZA E LA LEGGE (Editori Laterza)
Raffaele Cantone e Vincenzo Paglia, coordina l’incontro Massimiliano Panarari

venerdì 29 marzo alle ore 18 Sala dello Stabat Mater
LA VERSIONE DI FENOGLIO (Einaudi), Gianrico Carofiglio
L’autore sarà intervistato dal gruppo di lettura Bookies in Bo

sabato 30 marzo alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
ADRIANO. ROMA E ATENE (Utet), Andrea Carandini ed Emanuele Papi
Con Andrea Carandini e Giovanni Brizzi

sabato 13 aprile alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
LE COSE CHE BRUCIANO (Feltrinelli), Michele Serra

sabato 4 maggio alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
C’ERA UNA VOLTA ANDREOTTI (Solferino), Massimo Franco
Con Pierferdinando Casini e Armando Nanni

sabato 25 maggio alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
PERSONE E MONDI (il Mulino), Angelo Panebianco
Con Paolo Legrenzi

www.centrocavour.it

Le voci dei libri all’Archiginnasio >>> clicca e leggi

Da marzo fino a maggio ci farà compagnia la rassegna “Le Voci dei libri”, giunta al quinto anno che deve il suo titolo all’omonimo libro di Ezio Raimondi.

Un libro vero, come diceva il grande italianista, va amato: lo si rilegge come si fa visita a un amico, ricordando insieme il passato e, nel ricordo del passato, celebrando il rapporto vivo con il presente. 

È proprio da questa idea che trae spunto il progetto ”Le voci dei libri” con l’intento di dare voce ai grandi scrittori attraverso la lettura dei loro testi più importanti nella prestigiosa cornice della sala Stabat Mater dell’Archiginnasio, in Piazza Galvani, 1 e trasmetterne tutto l’incanto al pubblico bolognese.

L’inesauribile emozione che ci regala un libro rivivrà attraverso queste letture ad alta voce eseguite dai giovani attori della scuola Galante  Garrone.

Il programma 

martedì 12 marzo 2019 ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
Marco Missiroli, FEDELTÀ (Einaudi)
Con Silvia Avallone

mercoledì 13 marzo alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
LA SCUOLA GIUSTA. In difesa del Liceo Classico (Mondadori)
Luciano Canfora e Ivano Dionigi dialogano con Federico Condello autore del libro

mercoledì 27 marzo alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
LA COSCIENZA E LA LEGGE (Editori Laterza)
Raffaele Cantone e Vincenzo Paglia, coordina l’incontro Massimiliano Panarari

venerdì 29 marzo alle ore 18 Sala dello Stabat Mater
LA VERSIONE DI FENOGLIO (Einaudi), Gianrico Carofiglio
L’autore sarà intervistato dal gruppo di lettura Bookies in Bo

sabato 30 marzo alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
ADRIANO. ROMA E ATENE (Utet), Andrea Carandini ed Emanuele Papi
Con Andrea Carandini e Giovanni Brizzi

sabato 13 aprile alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
LE COSE CHE BRUCIANO (Feltrinelli), Michele Serra

sabato 4 maggio alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
C’ERA UNA VOLTA ANDREOTTI (Solferino), Massimo Franco
Con Pierferdinando Casini e Armando Nanni

sabato 25 maggio alle ore 17.30 Sala dello Stabat Mater
PERSONE E MONDI (il Mulino), Angelo Panebianco
Con Paolo Legrenzi

www.centrocavour.it

 

Nazitalia, il nuovo libro di Paolo Berizzi all’Archiginnasio >>> clicca e leggi

Ogni settimana le Biblioteche di Bologna propongono un calendario di appuntamenti – conferenze, convegni, laboratori, visite guidate, mostre – per far conoscere il proprio patrimonio, informare sui più diversi aspetti della vita culturale e sociale del territorio, fornire strumenti di conoscenza, raccontare la storia della città.

Martedì 19 febbraio alle ore 17.30 presso la Biblioteca dell’Archiginnasio, Sala dello Stabat Mater, piazza Galvani 1 è in programma la presentazione del libro di Paolo Berizzi, “Nazitalia. Viaggio in un Paese che si è riscoperto fascista”(Baldini e Castoldi). Ne parla con l’autore Matteo Lepore, assessore alla cultura del Comune di Bologna.

In questo libro, che corona quindici anni di inchieste, forte dei retroscena inediti sulla svolta a destra della Lega e dei racconti di un esponente di Forza Nuova, Berizzi fotografa in maniera vivida un Paese che si è riscoperto fascista, o forse sotto sotto non ha mai smesso di esserlo. Un Paese in cui i media e i partiti, sia di destra che di sinistra, sono sempre timidi a parlare di fascismo e a stigmatizzare certe derive.

È uno sdoganamento in corso da anni, colpa anche dell’inedia di istituzioni e organi dello Stato. E che continuerà sotto le nuove forme del populismo sovranista, mentre partiti come Casa Pound e Forza Nuova puntano a sostituirsi allo Stato e a radicarsi sul territorio offrendo assistenzialismo di strada e sicurezza fai da te.

Oggi più che mai, quindi, mentre i fascisti del terzo millennio agiscono nelle piazze e nel web, con la violenza e la beneficenza, bisogna far nostro il monito che Umberto Eco lanciava sul «fascismo eterno», capace di riproporsi sempre sotto forme liquide e larvate: «il nostro dovere è di smascherarlo e di puntare l’indice su ognuna delle sue forme, ogni giorno, in ogni parte del mondo».

www.centrocavour.it

“Breve storia della questione antisemita” >>> clicca e leggi

In vista del Giorno della Memoria, Roberto Finzi presenta il libro “Breve storia della questione antisemita” presso la biblioteca dell’Archiginnasio.

L’autore mette in mostra come l’antisemitismo moderno sia la punta di un iceberg, sotto la quale si cela una parte fatta di pregiudizi e false credenze.

Dai pogrom russi al lager nazisti, il XX secolo registra un salto di qualità nella violenza degli attacchi.

Quando l’integrazione nelle società contemporanee sembrava un fatto acquisito, l’antiebraismo religioso ha ceduto il passo all’antisemitismo, fondato su basi razziste.

L’incontro è previsto per mercoledì 23 gennaio dalle ore 17.30 alle ore 19.30 presso la Biblioteca dell’Archiginnasio.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

www.centrocavour.it

Stasera Parlo Io, all’Archiginnasio dal 9 al 31 luglio >>> clicca e leggi

Ecco la programmazione per la settimana per il 30 luglio ed il 31 luglio.

Lunedì 30 luglio: Paolo Genovese, Il primo giorno della mia vita (Einaudi). Con Gianluca Farinelli, Direttore della Cineteca.

Il mondo è un luogo estenuante, sei stanco semplicemente perché ci vivi, sei stanco di non riuscire ad amare abbastanza, di non dare abbastanza, di non avere abbastanza. Emily, ex ginnasta olimpica, Aretha, poliziotta dal carattere forte, e Daniel, piccolo divo della pubblicità, hanno ognuno un motivo preciso per essere disperati. Napoleon, un professionista di successo, no; eppure, fra tutti, è il più determinato a farla finita. Un attimo prima che compiano il gesto irreparabile uno sconosciuto li persuade a stringere un patto: mostrerà loro cosa accadrà quando non ci saranno più, cosa lasciano, cosa si perdono, quale sarà la reazione di amici e parenti.

Martedì 31 luglio: In occasione della ricorrenza del 38° anniversario della strage della stazione di Bologna, presentazione del libro POTERI OCCULTI di Stefania Limiti (Rubbettino).

Assieme all’autrice interviene Paolo Bolognesi. Modera il giornalista di Repubblica Giuseppe Baldessarro. Il tema dei poteri occulti è essenziale per comprendere il nostro Paese. Troppo spesso schivato, riposto nell’angolo tra i misteri non comprensibili, spinto nel buco nero di una matassa ingarbugliata e impossibile da sciogliere, o, peggio, tra le favole di cui ridere, è, invece, il cuore della nostra costituzione materiale. È necessario però che la tematica dei poteri occulti non venga esiliata nell’inutile sfera del complottismo e che, al contrario, abbia la sua parte nella comprensione delle faccende italiane.

Stasera Parlo Io, all’Archiginnasio dal 9 al 31 luglio >>> clicca e leggi

Ecco la programmazione per la settimana dal 23 al 26 luglio.

Martedì 24 luglio: Paolo Hendel con La giovinezza è sopravvalutata (Rizzoli). Con Alessandro Vanoli.

Come invecchiare senza andare nel panico? Un famoso comico insegna a riderci su (e aggiunge i consigli di un medico). Una serie di capitoli esilaranti, dedicati ai vari sintomi dell’invecchiare: la prostata (purtroppo non è un cibo come la bottarga), l’osteoporosi (regalo della menopausa), l’Alzheimer (quando il cervello manda in prescrizione le cazzate che hai fatto), il sesso che fatica…Sono temi scomodi ma conta molto saperli affrontare con il giusto spirito e le cure opportune, imparando a invecchiare bene… e scoprendo magari che la giovinezza è sopravvalutata!

Mercoledì 25 luglio: Claudio Cerasa in Abbasso i tolleranti (Rizzoli). Con  Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia- Romagna. Modera Massimiliano Panarari.

La tolleranza è uno dei pilastri della vita civile ed è condizione necessaria della libertà, ma proprio per questo deve avere un limite: non è giusto, ed è molto pericoloso, essere tolleranti con coloro che vogliono privarci delle nostre libertà. Il rispetto delle credenze altrui non deve spingerci a rinnegare le nostre convinzioni. In questo pamphlet dissacrante e ottimista, il Direttore del Foglio ci fornisce una carrellata di utili argomenti di discussione tratti dalla cronaca e dal dibattito politico-culturale, e prende di mira “gli sfascisti”.

Giovedì 26 luglio: Pace e Poesia. Letture poetiche di Alberto Bertoni, Antonello Borra, Guido Mattia Gallerani, Giuseppe Gazzola, Eliza Macadan, Mauro Roversi Monaco, Paolo Valesio.

Con interventi musicali di Federico Mandini, chitarra; Laura Lombardini e Leonardo Carbone, flauti. Iniziativa realizzata in collaborazione con il Centro Studi Sara Valesio.

Stasera Parlo Io, all’Archiginnasio dal 9 al 31 luglio >>> clicca e leggi

Ecco il programma per la settimana dal 16 luglio al 19 luglio.

Lunedì 16 luglio: Piercamillo Davigo con In Italia violare la legge conviene. Vero! (Laterza).  Con Armando Nanni.

Perché in Italia è così difficile essere onesti? Un pamphlet graffiante, nello stile inconfondibile di Davigo, contro un sistema giudiziario farraginoso, le infinite rigidità burocratiche e amministrative, la mancanza di sanzioni efficaci e dissuasive per chi trasgredisce le regole. 

Martedì 17 luglio: Paolo Giordano in Divorare il cielo (Einaudi). Con Silvia Avallone. Intervento musicale di Giacomo Marchesini, oboe.

A dieci anni da La solitudine dei numeri primi, Paolo Giordano torna a raccontare la giovinezza e l’azzardo di diventare adulti. Divorare il cielo è un grande romanzo sul nostro bisogno di trasgredire, e tuttavia di appartenere costantemente a qualcosa o a qualcuno. Ragazzi con un piede ancora nel vecchio millennio, ma gettati nel futuro, alla disperata ricerca di un fuoco che li tenga accesi.

Mercoledì 18 luglio: Maurizio De Giovanni ed il suo Il Purgatorio dell’Angelo (Einaudi). Con Pier Damiano Ori. 

La nuova straordinaria avventura del Commissario Ricciardi è ambientata in maggio, quando Napoli si risveglia per avviarsi verso la stagione piú bella. Eppure il male non si concede pause. Viene infatti trovato il cadavere di un anziano prete padre Angelo. È maggio, e anche se il sole e la luna sono un incanto, Ricciardi è piú inquieto che mai. Lui ed Enrica hanno cominciato a incontrarsi, ma il commissario non può continuare a nasconderle la propria natura. È maggio, è tempo di confessioni.

Giovedì 19 luglio: Roberto Roversi, Da Lucio Dalla alla Futuro. Reading-concerto con la partecipazione degli artisti dell’etichetta Lullabit e di Antonio Bagnoli. In collaborazione con CNA – Progetto Periferie Creative.

E’ stato uno dei più grandi intellettuali del Novecento. Memorabili le sue collaborazioni con Pasolini e Lucio Dalla. Anche nella sua più celebre collaborazione, con Lucio Dalla, di soldi non ne volle mai sapere. In alcuni album neppure la firma, come in Automobili. Eppure, quell’amicizia dette vita a quello che sicuramente è stato uno dei periodi più formidabili di quel piccolo genio che fu Lucio: Anidride solforosa, su tutti, ma anche album minori.

 

Dal 9 luglio al 31 luglio, la Biblioteca dell’Archiginnasio in Piazza Galvani 1, Bologna ospita conversazioni e letture d’autore, riproponendo, in collaborazione con Librerie.Coop e il sostegno di Unipol Banca, la collaudata formula di Stasera parlo io all’Archiginnasio, nell’ambito di Bologna Estate il cartellone estivo promosso e sostenuto dal Comune di Bologna. Il cortile dell’Archiginnasio – la sala dello Stabat Mater in caso di pioggia – ospiterà, a partire dal 9 luglio, il salotto letterario articolato in 13 appuntamenti che vedrà protagonisti importanti scrittori, giornalisti e giovani autori in dialogo con il pubblico, per presentare i loro ultimi libri e discutere dei grandi temi del mondo contemporaneo.

Per tre settimane, tutte le sere (unica eccezione il 23 luglio), da lunedì a giovedì con inizio alle 21.00 (il 30 luglio alle 20.30), sarà possibile seguire presentazioni di romanzi, racconti autobiografici, gialli, saggistica e poesia che sicuramente riusciranno a incontrare i gusti e gli interessi di tutti. Quest’anno gli appuntamenti saranno arricchiti da interventi musicali di giovani interpreti, grazie alla collaborazione con la Fondazione Musica Insieme e il “Premio Giuseppe Albergati”, istituito dall’Unione Intercomunale Reno Galliera, dedicato a giovani musicisti e compositori dell’Area Metropolitana.

Stasera Parlo Io, all’Archiginnasio dal 9 al 31 luglio >>> clicca qui

Mercoledì 11 luglio: Annalena Benini, La scrittura o la vita (Rizzoli). Con Paolo Mieli. Intervento musicale di Francesco Aquino, chitarra. Annalena Benini, giornalista de Il Foglio, in questo libro ha raccolto le interviste a quegli scrittori che sanno dare qualcosa, di sé, dentro le pagine. Autori che hanno il fuoco dentro, la passione, la vocazione di scrivere.

Giovedì 12 luglio: Dacia Maraini e Claudia Galimberti in Donne del Sessantotto (il Mulino). Dialogo con Eugenio Murrali. Intervento musicale di Gabriele Vivona, chitarra. Il libro tratteggia sedici ritratti biografici di donne che hanno partecipato a quel grande passaggio d’epoca che va sotto il nome di Sessantotto. Così Franca Viola che si ribellò agli arcaici costumi siciliani e rifiutò il matrimonio riparatore, così Mara Cagol che pagò con la vita la scelta del terrorismo brigatista, ed altre ed ogni «scatto» disegna un percorsoora luminoso ora tormentato.

Dal 9 luglio al 31 luglio, la Biblioteca dell’Archiginnasio in Piazza Galvani 1, Bologna ospita conversazioni e letture d’autore, riproponendo, in collaborazione con Librerie.Coop e il sostegno di Unipol Banca, la collaudata formula di Stasera parlo io all’Archiginnasio, nell’ambito di Bologna Estate il cartellone estivo promosso e sostenuto dal Comune di Bologna. Il cortile dell’Archiginnasio – la sala dello Stabat Mater in caso di pioggia – ospiterà, a partire dal 9 luglio, il salotto letterario articolato in 13 appuntamenti che vedrà protagonisti importanti scrittori, giornalisti e giovani autori in dialogo con il pubblico, per presentare i loro ultimi libri e discutere dei grandi temi del mondo contemporaneo.

Per tre settimane, tutte le sere (unica eccezione il 23 luglio), da lunedì a giovedì con inizio alle 21.00 (il 30 luglio alle 20.30), sarà possibile seguire presentazioni di romanzi, racconti autobiografici, gialli, saggistica e poesia che sicuramente riusciranno a incontrare i gusti e gli interessi di tutti. Quest’anno gli appuntamenti saranno arricchiti da interventi musicali di giovani interpreti, grazie alla collaborazione con la Fondazione Musica Insieme e il “Premio Giuseppe Albergati”, istituito dall’Unione Intercomunale Reno Galliera, dedicato a giovani musicisti e compositori dell’Area Metropolitana.

Stasera Parlo Io, all’Archiginnasio dal 9 al 31 luglio >>> clicca qui

Dal 9 luglio al 31 luglio, la Biblioteca dell’Archiginnasio in Piazza Galvani, ospita conversazioni e letture d’autore, riproponendo la formula di Stasera parlo io all’Archiginnasio, nell’ambito di Bologna Estate.

Il cortile dell’Archiginnasio – la sala dello Stabat Mater in caso di pioggia – ospiterà il salotto letterario articolato in 13 appuntamenti che vedrà protagonisti importanti scrittori, giornalisti e giovani autori in dialogo con il pubblico, per presentare i loro ultimi libri e discutere dei grandi temi del mondo contemporaneo.

Per tre settimane, tutte le sere (unica eccezione il 23 luglio), da lunedì a giovedì con inizio alle 21.00 (il 30 luglio alle 20.30), sarà possibile seguire presentazioni di romanzi, racconti autobiografici, gialli, saggistica e poesia che sicuramente riusciranno a incontrare i gusti e gli interessi di tutti.

Quest’anno gli appuntamenti saranno arricchiti da interventi musicali di giovani interpreti, grazie alla collaborazione con la Fondazione Musica Insieme e il “Premio Giuseppe Albergati”, istituito dall’Unione Intercomunale Reno Galliera, dedicato a giovani musicisti e compositori dell’Area Metropolitana.

PROGRAMMA

Lunedì 9 luglio: Laura Morante con Brividi Immorali (La nave di Teseo). Con lo psicoanalista Stefano Bolognini. Intervento musicale di Francesco Aquino, chitarra. Famiglie, coppie in crisi, omicidi e amici. Tradimenti e paure che arrivano improvvisi a scompaginare le carte, a scrivere da capo un inizio o una fine, mandando all’aria ogni morale. I racconti e interludi di Laura Morante si spalancano come finestre spazzate da venti umorali su un mondo di relazioni e affetti, attraversato da una quotidiana violenza, piccola o grande. 

Martedì 10 luglio: Mario Tozzi ed il suo L’Italia Intatta (Mondadori). Con Claudio Cumani. Intervento musicale di Gabriele Vivona, chitarra. L’Italia è il paese delle meraviglie. Amata da poeti e scrittori, pullula di siti archeologici, favolose città d’arte e annovera il maggior numero di siti dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Anche se è il paese delle meraviglie spesso le opere d’arte sono sfregiate, le fontane monumentali distrutte, la natura svenduta. Nel mezzo di queste contraddizioni emergono, però, alcuni luoghi incontaminati salvati dal turismo di massa. Sono questi i siti in cui Mario Tozzi, geologo e ricercatore del CNR e noto conduttore televisivo, conduce il lettore.

Mercoledì 11 luglio: Annalena Benini, La scrittura o la vita (Rizzoli). Con Paolo Mieli. Intervento musicale di Francesco Aquino, chitarra. Annalena Benini, giornalista de Il Foglio, in questo libro ha raccolto le interviste a quegli scrittori che sanno dare qualcosa, di sé, dentro le pagine. Autori che hanno il fuoco dentro, la passione, la vocazione di scrivere.

Giovedì 12 luglio: Dacia Maraini e Claudia Galimberti in Donne del Sessantotto (il Mulino). Dialogo con Eugenio Murrali. Intervento musicale di Gabriele Vivona, chitarra. Il libro tratteggia sedici ritratti biografici di donne che hanno partecipato a quel grande passaggio d’epoca che va sotto il nome di Sessantotto. Così Franca Viola che si ribellò agli arcaici costumi siciliani e rifiutò il matrimonio riparatore, così Mara Cagol che pagò con la vita la scelta del terrorismo brigatista, ed altre ed ogni «scatto» disegna un percorsoora luminoso ora tormentato.

Lunedì 16 luglio: Piercamillo Davigo con In Italia violare la legge conviene. Vero! (Laterza).  Con Armando Nanni. Perché in Italia è così difficile essere onesti? Un pamphlet graffiante, nello stile inconfondibile di Davigo, contro un sistema giudiziario farraginoso, le infinite rigidità burocratiche e amministrative, la mancanza di sanzioni efficaci e dissuasive per chi trasgredisce le regole. 

Martedì 17 luglio: Paolo Giordano in Divorare il cielo (Einaudi). Con Silvia Avallone. Intervento musicale di Giacomo Marchesini, oboe. A dieci anni da La solitudine dei numeri primi, Paolo Giordano torna a raccontare la giovinezza e l’azzardo di diventare adulti. Divorare il cielo è un grande romanzo sul nostro bisogno di trasgredire, e tuttavia di appartenere costantemente a qualcosa o a qualcuno. Ragazzi con un piede ancora nel vecchio millennio, ma gettati nel futuro, alla disperata ricerca di un fuoco che li tenga accesi.

Mercoledì 18 luglio: Maurizio De Giovanni ed il suo Il Purgatorio dell’Angelo (Einaudi). Con Pier Damiano Ori. La nuova straordinaria avventura del Commissario Ricciardi è ambientata in maggio, quando Napoli si risveglia per avviarsi verso la stagione piú bella. Eppure il male non si concede pause. Viene infatti trovato il cadavere di un anziano prete padre Angelo. È maggio, e anche se il sole e la luna sono un incanto, Ricciardi è piú inquieto che mai. Lui ed Enrica hanno cominciato a incontrarsi, ma il commissario non può continuare a nasconderle la propria natura. È maggio, è tempo di confessioni.

Giovedì 19 luglio: Roberto Roversi, Da Lucio Dalla alla Futuro. Reading-concerto con la partecipazione degli artisti dell’etichetta Lullabit e di Antonio Bagnoli. In collaborazione con CNA – Progetto Periferie Creative. E’ stato uno dei più grandi intellettuali del Novecento. Memorabili le sue collaborazioni con Pasolini e Lucio Dalla. Anche nella sua più celebre collaborazione, con Lucio Dalla, di soldi non ne volle mai sapere. In alcuni album neppure la firma, come in Automobili. Eppure, quell’amicizia dette vita a quello che sicuramente è stato uno dei periodi più formidabili di quel piccolo genio che fu Lucio: Anidride solforosa, su tutti, ma anche album minori.

Lunedì 30 luglio: Paolo Genovese, Il primo giorno della mia vita(Einaudi). Con Gianluca Farinelli,  Direttore della Cineteca. Il mondo è un luogo estenuante, sei stanco semplicemente perché ci vivi, sei stanco di non riuscire ad amare abbastanza, di non dare abbastanza, di non avere abbastanza. Emily, ex ginnasta olimpica, Aretha, poliziotta dal carattere forte, e Daniel, piccolo divo della pubblicità, hanno ognuno un motivo preciso per essere disperati. Napoleon, un professionista di successo, no; eppure, fra tutti, è il piú determinato a farla finita. Un attimo prima che compiano il gesto irreparabile uno sconosciuto li persuade a stringere un patto: mostrerà loro cosa accadrà quando non ci saranno piú, cosa lasciano, cosa si perdono, quale sarà la reazione di amici e parenti.

Martedì 31 luglio: In occasione della ricorrenza del 38° anniversario della strage della stazione di Bologna, presentazione del libro  POTERI OCCULTI di Stefania Limiti (Rubbettino). Assieme all’autrice interviene Paolo Bolognesi. Modera il giornalista di Repubblica Giuseppe Baldessarro. Il tema dei poteri occulti è essenziale per comprendere il nostro Paese. Troppo spesso schivato, riposto nell’angolo tra i misteri non comprensibili, spinto nel buco nero di una matassa ingarbugliata e impossibile da sciogliere, o, peggio, tra le favole di cui ridere, è, invece, il cuore della nostra costituzione materiale. È necessario però che la tematica dei poteri occulti non venga esiliata nell’inutile sfera del complottismo e che, al contrario, abbia la sua parte nella comprensione delle faccende italiane.

Pianofortissimo, dal 20 giugno al 5 luglio all’Archiginnasio

Un programma di forte richiamo per il debutto in esclusiva dei nomi più eclatanti del pianismo classico internazionale e del pianeta jazz.

Il Programma

21 Giugno 2018 – ore 21 Cortile dell’Archiginnasio
MICHEL DALBERTO (Francia)

Musiche di Chopin, Franck, Fauré, Debussy Concerto d’eccezione quello che conoscerà il ritorno sotto le due torri dopo quindici anni, di uno dei più grandi pianisti francesi.
 
26 Giugno 2018 – ore 21 Cortile dell’Archiginnasio
CAN ÇAKMUR (Turchia)

Musiche di Scarlatti, Haydn, Mozart, Beethoven, Schumann.
 
28 Giugno 2018 
ore 21 Cortile dell’Archiginnasio
ARSENY TARASEVICH-NIKOLAEV (Russia)

Musiche di Nikolaeva, Liszt, Ravel, RachmaninovCaratteristica costante di pianofortissimo è quella di invitare, quasi sempre per la prima volta in Italia, i talenti della tastiera quasi sconosciuti.
 
2 Luglio 2018 
ore 21 Cortile dell’Archiginnasio
BRUNO CANINO – ANTONIO BALLISTA
“Notre amitié est invariable” Concerto per i 60 anni di attività del duo Grande ritorno e grande festa dopo 60 anni di attività per il Duo Canino-Ballista.
 
5 Luglio 2018 
ore 21 Cortile dell’Archiginnasio
MATTHEW LEE & QUARTETT
Cantante, compositore e pianista, con un background fatto di studi classici e di amore per il rock’n’roll anni ’50, Matthew Lee, classe 1982, all’anagrafe Matteo Orizi, è pesarese. La stampa internazionale l’ha definito “the Genius of rock’n’roll”.
 

Prevendita biglietti 
L’acquisto in prevendita dei biglietti per Pianofortissimo 2018 è in corso a Bologna Welcome, piazza Maggiore 1/E.
Tel. 051 231454, tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00 – Domenica dalle 10:00 alle 17:00. 
Biglietto euro 15 (esclusi i diritti di prevendita).
L’invenduto sarà disponibile alesk di Inedita la sera stessa del concerto. 

In caso di maltempo i concerti di Pianofortissimo 2018 saranno ospitati nell’area porticata del Cortile dell’Archiginnasio.

Promoguida.net è realizzato da ARCOBALENO PUBBLICITA'
Via Papini, 26/b - 40128 Bologna - Tel 051 320424 - P. Iva 04335650372

www.arcobalenopubblicita.it 
 info@arcobalenopubblicita.it


Web Design - Jacopo Kahl
Copyright 2005 - Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione totale e parziale di testi, foto e disegni riportati su questo sito.

L'Arcobaleno Pubblicita' non si assume alcuna responsabilita' per l'uso di marchi,foto e slogan usati dagli inserzionisti.