clicca-e-sfoglia-2018

CICLOVIA DEL SOLE: IL 30 MARZO COMINCIANO I LAVORI PER COLLEGARE BOLOGNA, FIRENZE E VERONA >>> clicca e leggi

In programma anche sperimentazioni degli itinerari.

Il 30 marzo partono i lavori per la ciclabile europea dal confine con la Lombardia alle porte di Bologna. 

Marzo e aprile saranno mesi cruciali per la Ciclovia del Sole Verona-Bologna-Firenze: 670 km (di cui 360 km in Emilia-Romagna e 166 km nella città metropolitana di Bologna), che si inseriscono in una delle più importanti ciclabili europee (Euro Velo 7 da Capo Nord a Malta per 7.400 km complessivi). 

Partiranno infatti i cantieri nel tratto bolognese (30 marzo) e verrà concluso il progetto di fattibilità (22 aprile). Mentre proprio in questi giorni sono iniziati gli incontri sul territorio per preparare la rete di servizi necessari, il piano di promozione e le sperimentazioni della Ciclovia. 

Attualmente in territorio italiano è già realizzato il tratto che dal Brennero arriva a Mantova. Il completamento della ciclovia che, passando per Verona, arriva fino a Bologna e poi a Firenze è quindi fondamentale perché nei prossimi anni il nostro territorio entri a far parte di una delle più importanti rotte europee del cicloturismo.

Il progetto 
Alla Città metropolitana di Bologna sono stati affidati il coordinamento e l’attuazione del progetto di fattibilità tecnico-economicaper il tratto Verona-Bologna-Firenze. Nei mesi scorsi è stata fatta una gara europea vinta da “Politecnica Ingegneria e architettura soc. coop.” che ha avviato la progettazione il 15 novembre 2018 e dovrà ultimarla entro il 22 aprile 2019. La previsione del costo complessivo dell’opera è di circa 62 milioni. L’itinerario del tracciato da Verona a Firenze, in corso di progettazione prevede: circa 140 km di pista da progettare ex-novo, 380 km da riqualificare, 150 km esistenti. Dei 166 km nella città metropolitana di Bologna i km da riqualificare sono 100 mentre quelli di progetto sono 66 di cui 40 già finanziati.

Il 30 marzo via ai cantieri nel tratto bolognese 
E proprio il 30 marzo partirà il cantiere per realizzare il più importante dei tratti mancanti: 46,300 km dal confine tra Emilia-Romagna e Lombardia alle porte della città di Bologna che verrà realizzato entro giugno 2020 per un costo di 5 milioni di euro. La ciclovia (i cui lavori sono diretti dalla Città metropolitana di Bologna) attraversa 8 comuni: Anzola dell’Emilia, Camposanto, Crevalcore, Mirandola, Sala Bolognese, San Felice sul Panaro, San Giovanni in Persiceto e Sant’Agata Bolognese, interessando complessivamente un bacino di oltre 100.000 abitanti. Verrà realizzata per circa 32 km sul rilevato ferroviario dismesso della linea Bologna-Verona mentre 14 km già usufruibili saranno riqualificati. Il tutto connesso con le stazioni ferroviarie e le ciclabili comunali esistenti.
Alcuni lavori propedeutici all’avvio dei cantieri sono stati effettuati nel 2018 a cura di RFI con un finanziamento proprio di 800.000 euro per realizzare il sovralzo dei tre ponti sui torrenti Ghironda, Lavino e Samoggia.

Le sperimentazioni della Ciclovia 
Durante tre weekend nel mese di marzo partiranno anche le sperimentazioni sul campo lungo la Ciclovia, un gruppo di cicloturisti guidato dall’esperto Valter Ballarini utilizzerà l’intermodalità bici + treno così da testare la possibilità di realizzare anche itinerari circolari percorribili in un giorno o in un weekend. 
Questo il calendario: 16 marzo (Verona–Mantova), 17 marzo (Anello Mantova-S. Benedetto Po-Mantova), 22 marzo (pedalata notturna a Bologna), 23 marzo (Anello Mirandola-Quistello-Mirandola), 24 marzo (Modena-Marano sul Panaro), 30 marzo (Bologna-Sasso Marconi e Vergato-Porretta Terme), 31 marzo (Porretta Terme-Pistoia).

www.centrocavour.it

 
12/03/2019 - Articoli di PROMOGUIDA
Sei qui: Articoli di PROMOGUIDA

Promoguida.net è realizzato da ARCOBALENO PUBBLICITA'
Via Papini, 26/b - 40128 Bologna - Tel 051 320424 - P. Iva 04335650372

www.arcobalenopubblicita.it 
 info@arcobalenopubblicita.it


Web Design - Jacopo Kahl
Copyright 2005 - Tutti i diritti riservati. E' vietata la riproduzione totale e parziale di testi, foto e disegni riportati su questo sito.

L'Arcobaleno Pubblicita' non si assume alcuna responsabilita' per l'uso di marchi,foto e slogan usati dagli inserzionisti.